Lo “Sportello”all’interno degli Istituti scolastici, rappresenta uno spazio e un tempo di ascolto rispettoso per tutti coloro che sentono il bisogno di un sostegno, di un consiglio esperto, di un momento di confronto aperto e non giudicante con un esperto, per capire meglio se stessi, i propri figli e per interagire con loro e con gli altri, in modo più costruttivo ed empatico.

Lo Sportello prevede “Consulenze psicopedagogiche”, attraverso uno spazio di accoglienza, ascolto ed orientamento sulle tematiche legate alle fasi del ciclo vitale dell’individuo, della coppia e della famiglia.

La consulenza psicologica infatti può aiutare a trovare nuovi modi per gestire il presente e pensare al futuro e può essere una opportunità per far fronte a problematiche specifiche, acquisendo strumenti e strategie per superare problemi e difficoltà contingenti, tipici delle fasi di cambiamento.

Destinatari degli interventi sono dunque i singoli individui, la coppia, i genitori, gli adolescenti, le famiglie a rischio, le famiglie in crisi coniugale, le famiglie extracomunitarie, o di culture miste, le famiglie monogenitoriali, ricomposte e le famiglie allargate.

Lo sportello offre loro un’occasione di confronto, fornendo anche informazioni sulle problematiche dell’età evolutiva e dando un aiuto qualificato per affrontare disagi, ansie, difficoltà socio-affettive e/o relazionali, problemi legati alla crescita o a situazioni contingenti, fasi di cambiamento, ecc.

 

» leggi di più

Lo sportello propone:

  • una consulenza psicologica che possa favorire e valorizzare le risorse interne della persona e del sistema familiare e prevenire, attraverso un intervento tempestivo, l’aggravarsi di problematiche e di situazioni di disagio;
  • un aiuto volto a definire con maggiore chiarezza il problema presentato;
  • uno sguardo diverso per poter ridefinire le problematiche del singolo e migliorarne la qualità della comunicazione interpersonale e familiare.

Obiettivi:

  • affrontare, chiarire e superare i problemi connessi al rapporto con gli altri, alla relazione di coppia e alla vita di famiglia; mancanza di comunicazione, incomprensioni, conflitti con il partner; divergenze sull’educazione dei figli, difficoltà con le famiglie d’origine, etc;
  • fornire competenze relazionali nell’ambito della comunicazione tra genitori e figli;
  • promuovere le risorse interne dell’individuo, della coppia, della famiglia per la soluzione del conflitto e le capacità connesse ai propri ruoli e funzioni.

» torna